Samasthiti
SEGUI I NOSTRI PROGRAMMI
SamasthitiSAMASTHITI L’EQUILIBRIO IN YOGA
Stefano Sattwa e Irene Pagnanelli
PRESENTAZIONE
Il corpo fisico è attraversato da due forze fondamentali, l’una ascendente, procede dai piedi alla sommità del capo, e è la forza di prana, un’energia tonica che sostine il corpo e la vita. L’altra forza  discendente, apana, procede in direzione inversa dalla testa ai piedi, allenta e rilassa ogni eccesso di tensione e di rigidità, dissolve ognio eccesso, ciò che è di troppo e non necessario. Il loro equilibrio è dato da una terza forza, samana. La pratica di Samasthiti è composta da molti livelli di esperinza e può essere considerata una forma di equilibrio e di stabilità di due forze e del loro incontro al centro del corpo.
SIMBOLOGIA
Samasthiti rapresenta l’esperienza di equilibrio e di armonio delle due forze vitali, l’unione delle forze della terra con quelle del cielo, in connessione con le forze cosmiche.
ESECUZIONE PRIMO LIVELLO “L’ASCOLTO”
Posizione in piedi, braccia lungo i fianchi, con i palmi delle mani a contatto con il corpo o leggermente distanziate, dita ben aperte rivolte verso il basso. i piedi uniti. Rivolgi la consapevolezza alla percezione di contatto delle piante dei piedi con la terra. Sali mentalmente attraversando le diverse aree corporee, nutrendole di attenzione e consapevolezza,fino alla sommita della testa, percepisci questa forza che ti sostiene, senza la quale il corpo cadrebbe a terra come una bambola di pezza.  Dalla sommità del capo scendi consapevolmente attraverso il corpo fino ai piedi, al loro contatto con l’energia della terra. Ora porta la consapelezza al centro dell’area addominale, nell’ombelico, il centro del tuo universo corporeo. Percepisci l’inspiro che si espande nell’addome come i raggi del sole nell’aurora e via via i suoi riflessi si riflettono in tutto il corpo. Espirando il respiro ritona al centro dell’addome come i raggi del sole al tramonto.
ESECUZIONE SECONDO LIVELLO
Nel secondo livello di esperienza, le due forze, prana ed apana, vengono poste in tensione, una tensione positiva che apre, espande, modifica e trasforma. Spingi con i piedi in basso in direzione della terra, contraendo le cosce, allungando  l’asse vertebrale, dal fondo schiena alla nuca, come ad allungare il corpo seppure di qualche millimetro. Mantenendo la tensione, segui la line discendente, rilassando il viso, lasciando scendere le spalle verso il basso, abbassando il torace ritrovando il respiro nell’addome, completa mettendo in tensione le braccia e le mani trazionandole attivamente verso la terra. Lasciati attravesare  dalle tensione, mantieni la posizione ed il respiro nell’addome, per il tempo comodamente possibile, al termine rilassa e dissolvi la forma.
ALCUNI EFFETTI FISICI
Rappresenta un eccellente pratica di allineamento dell’intero asse  vertebrale e degli organi interni, inoltre un recupero di una postura corretta. Favorsice la stabilità mentale, utile nel’educazione alla postura nei giovani, la conocenza del corpo  e la concentrazione.
EFFETTI SOTTILI
Stimola le due energie; prana e apana ed il loro equilibrio in samana.

Dicci la tua