Giorno Yoga 2019

Giornata Mondiale dello Yoga 2019
Sat Sang con Stefano Sattwa Pagnanelli
Anche camminando, zoppicando su una gamba sola voglio che tu ci sia.
Si partecipe, anche zoppicando su una gamba sola, voglio che tu sia partecipe, altri lo hanno fatto, sostenuti dalla mente, dal cuore, dallo spirito, anche per te è possibile.

Giornata mondiale, giorno universale dello yoga, definizioni che a volte appaiono tanto grandi come distanti, allora è necessario riportarle verso di noi. Il senso di questo giorno, è considerare non tanto la presenza dello yoga in tutto il mondo, ma riconoscere l’universalità presente in ognuno, l’immensità nella piccola goccia, il Dio nelle piccole cose, nei gesti infinitesimali. Se lo yoga è lì ed io sono qui, ci sarà distanza, dobbiamo fare in modo di indossare l’abito di tutti i giorni dello yoga, non quello della Domenica o delle feste ricordate, ma di tutti i giorni. Un tempo pensavo che questo giorno era un giorno speciale, un giorno propizio per rinnovare l’interesse alla via della ricerca, un giorno in cui le benedizioni dei maestri si riversavano su di noi, ed è vero, è così, ma la domanda che rivolgo ad ognuno di voi è: “Vuoi tu percorrere ed amare la via dello yoga, onorarla e rispettarla per tutta la vita?. Sembra una promessa di matrimonio, in realtà è un unione tra te e la vita, attraverso la visione dello yoga. Oggi ancora di più, non voglio che sia un giorno speciale, ma un comunissimo giorno, un giorno da lavoro, un giorno in cui le persone si incontrano, per imparare a vivere insieme in modo molto semplice, in unione, praticando con buon senso asana, pranayama, un po’ di meditazione, lavorando insieme, cantando mantra, mangiando, raccontando, sorridendo, riposando, cose molto comuni sicuramente, che adornano la vita di grazia e di bellezza. Se non riusciamo a passare qualche ora insieme, lo yoga in sé non ha molto senso, se le persone non riescono ad incontrasi, lo yoga non ha senso, se non riesci a lasciare il lavoro nei campi ed i tuoi numerosissimi impegni al suono ed al richiamo della campana, se non lasci da parte la tua stanchezza ed i tuoi limiti, ma continui a fare e fare e lavorare per tutta la notte, nessuno yoga avrà un senso. Si partecipe, anche zoppicando su una gamba sola, voglio che tu sia partecipe, altri lo hanno fatto, sostenuti dalla mente, dal cuore, dallo spirito, anche per te è possibile. 

Dicci la tua