Immagini 5

Quando l’allievo è pronto il maestro arriva.
Tratto da Sat Sang incontri yoga in saggezza con Stefano Sattwa e Irene Pagnanelli.
Domanda: E’ importante seguire un maestro o un insegnante?
Risposta: Per quanto possa essere considerato utile e comodo, seguire una sequenza di pratiche o un percorso yoga attraverso un video o dalle pagine di un libro, in realtà è qualcosa di limitato ed incompleto. L’insegnante che mostra la sequenza al di là del libro o dello schermo, non sa nulla di te, non conosce i tuoi limiti e le possibilità, non conosce le tue aspirazioni. La stessa pratica è rivolta in modo anonimo, ad altre decine, centinaia o migliaia di persone. Il limite di questo contesto è l’assenza del maestro o dell’insegnante accanto a te, quella persona con la quale hai instaurato un rapporto di collaborazione e di fiducia, la quale osservandoti nel più assoluto rispetto per la tua persona e la tua libertà, inizia ad intessere su di te l’abito su misura e della tua taglia. Indossando un vestito qualsiasi, magari non si addice al tuo corpo, o è troppo largo o stretto, corto o lungo, oppure potresti essere tratto in inganno da una visione troppo limitata. Tra un maestro ed un insegnante vi è una differenza, non tutti gli insegnanti sono maestri, e non tutti i maestri sono insegnanti, comunque sia possono accompagnarti in un percorso di progressiva maturazione e conoscenza, attraverso l’esplorazione dei diversi aspetti della tua personalità, non soltanto fisica, ma mentale, emozionale ed ancora più sottile. Chi di noi non ha iniziato a conoscere lo yoga attraverso la lettura di un libro, questa è stata anche la mia iniziale esperienza, intorno hai quattordici anni di età, presi in prestito presso la biblioteca comunale della città, un libro sullo yoga, gli “Yoga sutra di Patanjali”, all’epoca un testo classico abbastanza impegnativo, ma che comunque furono le mie prime iniziali fondamenta. Poi però è necessario uscire dalle pagine del libro o dal video, mettersi alla ricerca di un maestro o un insegnante che possa ampliare la conoscenza. Spesso questa persona non è sempre sotto la porta di casa, occorre cercarla, a volte appare in modo spontaneo dal momento che è presente una profonda e sincera aspirazione. C’è un vecchio detto che dice, “quando l’allievo è pronto il maestro appare”. Spesso si procede per prove ed errori nella ricerca di un insegnamento adeguato, ma se la ricerca è sincera alla fine, ognuno troverà il giusto mezzo e la propria dimensione nella vita e nell’esistenza.
Hari Om

Dicci la tua